Benvenuto in Contact!
22/07/19

La storia

2009

Durante l’anno 2009, l’Associazione ha perseguito obiettivi finalizzati al recupero e al rafforzamento delle identità locali con la finalità di favorire il radicamento del volontariato sul territorio, con particolare attenzione al volontariato giovanile. In particolare, sono stati organizzati incontri di formazione e conoscenza con i giovani, per guidarli e sostenerli nella costruzione di reti che permettano di realizzare iniziative, rassegne e incontri, momenti pubblici destinati ai giovani disagiati. Sono stati organizzati concerti e laboratori tematici. Inoltre sono stati preparati e offerti percorsi differenziati con la finalità di riuscire a raggiungere i giovani nelle diverse e variegate realtà nelle quali operano. In questo modo l’Associazione è riuscita a sensibilizzare il mondo giovanile al volontariato in un’ottica di educazione civica e sociale. I volontari dell’Associazione hanno predisposto un piano concordato con i ragazzi coinvolti nelle attività, in modo tale da valorizzare i talenti di ognuno e costruire i progetti in modo condiviso. In questo modo i ragazzi sono stati gradualmente introdotti alla conoscenza delle modalità organizzative, delle figure di riferimento, dei destinatari degli interventi promossi dall’Associazione e degli obiettivi che l’Organizzazione di Volontariato si è prefissa. Le tematiche oggetto degli incontri e delle manifestazioni organizzate e/o promosse dall’Associazione sono state: il volontariato culturale, la tutela dei diritti, le politiche sociali. Durante l’anno l’Associazione ha incontrato la cittadinanza per presentare le attività svolte e gli obiettivi futuri, in modo tale da promuovere il mondo del volontariato come un’opportunità di impegno e di crescita e sensibilizzare gli attori pubblici e privati nella realizzazione dei progetti che hanno i giovani come protagonisti e principali destinatari.

2010

Per quanto riguarda l’anno 2010, l’Associazione ha operato nell’attività di prevenzione del disagio e supporto allo studio presso le scuole secondarie di secondo grado e l’Università. A conclusione dell’anno scolastico, l’Associazione ha realizzato, nel periodo tra l’11 e il 16 Luglio presso la località di Montecampione (BS), una rassegna di incontri, eventi, workshop durante i quali si è valutata e analizzata l’attività svolta. A questo momento di formazione hanno partecipato 150 persone tra giovani e volontari. Nel periodo estivo l’Organizzazione di Volontariato si è avvalsa di un tutor sociale che, per un periodo di tre mesi, ha affiancato i volontari nel proprio percorso all’interno dell’Associazione, con il fine di qualificare e consolidare le competenze dei volontari stessi. Il tutoring sociale ha permesso inoltre di sviluppare e consolidare delle competenze specifiche riguardo a quei volontari maggiormente inseriti all’interno dell’Associazione e rafforzare alcuni principi organizzativi che possano rimanere patrimonio dell’Organizzazione di Volontariato.

2011-2012

È proseguita l’attività di supporto e di assistenza per i giovani in situazioni momentanee o permanenti di difficoltà. Oltre a ciò, l’Associazione ha promosso il radicamento del volontariato sul territorio e il tema della cittadinanza attiva, valorizzando i principi dell’accoglienza, della parità tra le persone, del rispetto dell’altro, delle pari opportunità tramite percorsi di educazione alla carità e alla cultura del dono: i volontari sono stati impegnati in diverse attività quali l’organizzazione di momenti di aggregazione, rassegne, incontri, ma anche attività come il doposcuola e il sostegno allo studio. Nel frattempo, anche in conseguenza del perdurare della crisi economica, i soci si sono trovati ad entrare in contatto con situazioni di disagio sempre crescenti, direttamente o indirettamente collegate ai giovani in difficoltà fino a quel momento aiutati: ad esempio i problemi d’impoverimento di molte delle famiglie d’origine di questi ragazzi, le traversie quotidiane di parenti disabili o di nonni anziani con problemi di salute e così via. A partire dall’esperienza diretta dei volontari è pertanto iniziata una profonda riflessione interna all’associazione al fine di riorganizzare le attività di Contact in senso più socio-assistenziale. Il lavoro di ridefinizione dell’ambito di intervento dell’associazione ha portato ad ampliare la base di soci iscritti (notevolmente aumentati rispetto al nucleo originario) e ad iniziare a progettare un servizio di ascolto e consulenza specialistica dedicato alle persone in difficoltà (disabili, anziani, famiglie numerose e a basso reddito, giovani con difficoltà d’integrazione scolastica o d’inserimento nel mondo del lavoro) da realizzarsi presso lo sportello di assistenza di un ente no-profit. In vista di questo obiettivo è anche stata realizzata una formazione specifica per tutti i volontari che, a partire dal 2013, avrebbero iniziato ad operare presso lo sportello.

2013-2014

I volontari già formatisi nel corso del precedente anno associativo hanno preso servizio presso lo sportello di via Brunetta 11/H a Torino. Si occupano attualmente di fornire supporto nei rapporti con la pubblica amministrazione, nell’espletamento di pratiche burocratiche (dal bando delle case popolari ai cantieri di lavoro), nell’orientamento all’interno dei servizi e delle agevolazioni che gli enti territoriali offrono ai cittadini in difficoltà, nell’accompagnamento all’espletamento delle pratiche sanitarie e assistenziali. Dopo un primo contatto telefonico con il centralino, in cui i volontari formati sono affiancati da personale retribuito dell’ente gestore dello sportello, che permette di istruire la pratica, gli incontri avvengono su appuntamento: la pratica viene seguita dai volontari stessi, ognuno nel suo ambito di specialità, con il supporto e l’opera di raccordo del personale retribuito, nonché con la consulenza di altri professionisti (commercialisti, avvocati, consulenti del lavoro, medici del lavoro ecc…), alcuni dei quali soci di Contact, che mettono gratuitamente a disposizione delle persone le loro competenze. Un servizio analogo viene realizzato anche in maniera “volante”, con la collaborazione di parrocchie e associazioni partner presenti a Torino e cintura.

2015

L’anno 2015 ha visto l’apertura di una nuova sede dello Sportello di Consulenza e Assistenza dell’Associazione di Volontariato Contact, situata in via Pietro Cossa 280/2. Da una rilevazione compiuta alla vigilia dell’inaugurazione, i volontari hanno appurato che lo Sportello, dal marzo 2013 al marzo 2015, ha aiutato 981 persone (26 giovani, 555 adulti e 400 anziani). È inoltre emerso che, dal 1° gennaio 2014 al 31 marzo 2015, il numero di pratiche seguite è stato pari a 1.559 e ha riguardato i seguenti contesti: aiuto all’accesso ai servizi sociali (30,8%), aiuto all’accesso all’edilizia residenziale pubblica (19,2%), aiuto nel disbrigo delle pratiche connesse con il contrasto al disagio sociale (18,6%), consulenza nell’avvio delle procedure di richiesta dell’invalidità civile (16,7%), consulenza amministrativa fiscale-tributaria (10,3%), consulenza sulle questioni previdenziali (2,5%), aiuto specifico nelle richieste di sussidi e di benefit per il sostegno al reddito (1,9%). Lo Sportello prosegue, pertanto, la sua opera di sostegno alle persone bisognose, ampliando e diversificando sempre di più la propria utenza.

Associazione di Volontariato Contact © 2015 - 2016 | All rights reserved |
Created by : Services for People
Area riservata : Clicca qui

Associazione di Volontariato Contact
Sede legale: via Passalacqua 3, 10122 Torino c/o Centro Uffici
Sede operativa: via Brunetta 11/H, 10139 Torino
C.F. 95599500014