Bonus affitto, stanziati 100 milioni

Sono 100 i milioni stanziati dalla Legge di bilancio 2021 a favore delle famiglie che abitano in un appartamento pagando un canone di locazione, anche se il “bonus affitto” in realtà andrà ai proprietari degli immobili stessi. La condizione è che i proprietari riconoscano uno sconto sul canone di locazione per un massimo di 2.400 euro; il bonus affitto sarà pari al 50% della riduzione del canone, quindi non più di 1.200 euro per famiglia. Un proprietario che ha più abitazioni in affitto può richiedere il bonus affitto per ogni locatario, ovviamente a condizione che i contratti siano registrati presso l’Agenzia delle Entrate.

Ma quali sono le condizioni per poter beneficiare del bonus affitto? Il primo requisito è la collocazione dell’immobile (fanno eccezione gli immobili di lusso) in zone ad alta densità abitativa, quindi tutte le grandi città e i capoluoghi di provincia. Secondo, l’inquilino deve rientrare nei limiti ISEE 2021 fissati dal bando e non essere proprietario di altri immobili; non avere altri benefici di sostegno per quel che riguarda la locazione o essere assegnatario di alloggi e di edilizia agevolata convenzionata.; infine deve essere a posto con i pagamenti. Terzo requisito, la casa in affitto deve risultare abitazione principale, ovvero “l’unità immobiliare in cui il soggetto passivo e i componenti del suo nucleo familiare risiedono anagraficamente e dimorano abitualmente”, come riportato sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

L’intervento è stato pensato sia per non pesare sui proprietari che per dare un aiuto agli affittuari. Ma anche per scongiurare possibili controversie tra inquilino e proprietario fino ad arrivare a procedure di sfratto.

Attenzione: le regole e i requisiti cambiano da Comune a Comune, pertanto per conoscere quali sono i requisiti necessari e cosa fare per presentare la domanda, occorre far riferimento al bando del Comune di residenza.

BONUS AFFITTO ANCHE PER STUDENTI UNIVERSITARI

Nella legge di bilancio 2021 è stato introdotto anche un aiuto per chi studio lontano da casa: Si tratta del bonus affitto per gli studenti universitari. La misura si applica solo agli studenti fuori sede, ovvero quelli che devono spostarsi dalla propria residenza per frequentare i corsi delle università statali, non di quelle private. Altre condizioni per accedere all’aiuto sono l’Isee (che non deve superare i 20.000 euro) e la mancanza di altri contributi pubblici, mentre una borsa di studio privata non rientra tra i contributi che fanno perdere la possibilità di accedere al bonus affitto.

La liquidazione avverrà per il tramite delle università, anche al fine di rispettare il tetto di spesa massima, prevedendo l’incumulabilità con altre forme di sostegno al diritto allo studio riguardanti l’alloggio.

  • Sede operativa

    Via Brunetta 11/H
    10139 Torino
    Tel. 011/19442811

  • Sede legale

    Via Passalacqua 3,
    10122 Torino
    Tel. 011/19373401

Copywriting, graphics and layout by