Eliminazione di barriere architettoniche con Superbonus 100%

Ci sono anche gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche per le persone con disabilità in situazione di gravità e per le persone con età superiore ai 65 anni tra gli interventi trainati che possono accedere al Superbonus 110% (solo se realizzati congiuntamente ad un intervento trainante).

Per interventi finalizzati all’eliminazione di barriere architettoniche, si intendono ascensori e montacarichi; elevatori esterni all’abitazione; sostituzione di gradini con rampe; realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, favoriscono la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave sia negli edifici che nelle singole unità immobiliari.

A tal proposito, ecco un esauriente articolo tratto dal sito www.handylex.org.

Superbonus 110%

Il Superbonus 110% spetta per le spese sostenute per interventi effettuati su:

  • parti comuni di edifici,
  • edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno,
  • singole unità immobiliari.

La normativa prevede due tipologie di interventi:

  1. gli interventi trainanti, che accedono direttamente al Superbonus 110%
  2. gli interventi trainati che possono accedere al Superbonus 110% solo se realizzati congiuntamente a un intervento trainante.

1) INTERVENTI TRAINANTI

Rientrano negli interventi trainanti (art. 119  decreto-legge “Rilancio” del 19 maggio 2020):

• isolamento termico delle superfici che interessano l’involucro degli edifici, compresi quelli unifamiliari e gli interventi per la coibentazione del tetto,

• sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sulle parti comuni degli edifici, sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari poste all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno.

• gli interventi antisismici (articolo 16 commi da1-bis a 1-septies del decreto legge n. 63/2013). 

L’insieme degli interventi (trainanti e trainati) deve rispettare i requisiti minimi previsti dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 06/08/2020 e deve assicurare il miglioramento di almeno 2 classi energetiche dell’edificio o delle unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari le quali siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno. 

I materiali isolanti utilizzati inoltre devono rispettare i criteri ambientali minimi di cui al decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare 11/10/2017.

2) INTERVENTI TRAINATI

Gli interventi trainati possono accedere al Superbonus 110% solo se realizzati congiuntamente ad un intervento trainante.

Sono esempi di interventi trainati: 

  • gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche per le persone portatrici di handicap in situazione di gravità ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104 (art. 16-bis comma 1 lett. e) del TUIR);
  • gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche per le persone con età superiore ai 65 anni (novità introdotta dalla legge di Bilancio 2021);
  • l’installazione di impianti solari fotovoltaici;
  • l’Installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici;
  • tutti gli interventi di efficienza energetica, per esempio la sostituzione degli infissi  (art. 14, d.l. n. 63/2013 ).

Per quanto riguarda gli interventi trainati finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche, si può richiedere il Superbonus 110 per:

  1. ascensori e montacarichi,
  2. elevatori esterni all’abitazione,
  3. sostituzione di gradini con rampe, 
  4. realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, favoriscono la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave sia negli edifici che nelle singole unità immobiliari.

La detrazione non si applica per il semplice acquisto di strumenti o beni mobili, anche se diretti a favorire la comunicazione e la mobilità della persona con disabilità.

Nei seguenti casi, il Superbonus 110% si applica ad alcuni interventi trainati (compresi quelli di eliminazione delle barriere architettoniche)anche se non vengono eseguiti congiuntamente a un intervento trainante:

  • edifici sottoposti ad uno dei vincoli previsti dal codice dei beni culturali e del paesaggio
  • interventi di efficientamento energetico vietati da regolamenti edilizi, urbanistici e ambientali. 

La detrazione del 110% non si applica agli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche se associati ad interventi antisismici.
In quel caso spetta la ordinaria detrazione Irpef del 50% in 10 anni.

3) COME USUFRUIRE DEL SUPERBONUS

Per le spese effettuate dal 01/07/2020 al 30/06/2022 la detrazione del 110% si può ripartire tra gli aventi diritto in 5 quote annuali di pari importo.

Per le spese sostenute nel 2022,la detrazione si può ripartire in 4 quote annuali di pari importo, entro i limiti di capienza dell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi.

In alternativa alla fruizione diretta della detrazione, è possibile optare per:

  • un contributo anticipato sotto forma di sconto praticato dai fornitori dei beni o servizi (il cosiddetto sconto in fattura),
  • oppure per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

La cessione del credito può essere disposta in favore di:

  • fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi
  • altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti)
  • istituti di credito e intermediari finanziari.

Per gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche ammessi al Superbonus 110 la spesa massima è di 96.000 €.

Nella sua guida al Superbonus aggiornata al marzo 2021, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, per spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2021, l’opzione per la cessione del credito o lo sconto in fattura può essere esercitata anche per gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche.

La gestione del Superbonus 110% per l’eliminazione delle barriere architettoniche è complessa; per valutare se e come poter avere accesso al beneficio si consiglia quindi di avvalersi di competenze professionali trasversali (tecniche, legali, fiscali).

  • Sede operativa

    Via Brunetta 11/H
    10139 Torino
    Tel. 011/19442811

  • Sede legale

    Via Passalacqua 3,
    10122 Torino
    Tel. 011/19373401

Copywriting, graphics and layout by